Yoga e gravidanza

Lo Yoga è una disciplina che attraverso il corpo lavora sull’interiorità. Il momento dell’attesa e la nascita di un bambino cambiano completamente la donna e sono un’occasione di maggiore attenzione a se stessa.

Quando portiamo un bimbo in grembo lo sentiamo vivere in noi, una sensazione meravigliosa di scoperta dell’unità nella diversità. L’esperienza della gravidanza dura oltre la scadenza naturale, rimane nel corpo e dentro di noi.

E questo è lo Yoga: una disciplina che cerca un’unificazione attraverso il corpo ma con l’obiettivo di toccare livelli più interiori, più “sottili”.

pregnancy-yoga-640x290-640x290

Nella pratica fisica, lo Yoga aiuta a portare attenzione, guidare e godere del respiro. Si impara a sentire meglio parti del corpo che spesso ignoriamo, tra le quali la zona perineale e i genitali, la cui conoscenza e attivazione sono fondamentali nel momento del parto.
Gli allungamenti della colonna e degli arti aiutano a sostenere più agevolmente il peso e a contrastare i frequenti disturbi dovuti al suo repentino aumento.
Gli esercizi di equilibrio danno forza e maggiore sicurezza, mettendoci di fronte alla “paura di cadere” aiutano a affrontare la paura in generale, anche quella del parto.

Lo Yoga inoltre permette il rilassamento completo, consapevole, un esercizio spesso sconosciuto in Occidente e fondamentale durante l’attesa, il travaglio e il parto.

Fare Yoga con altre mamme crea rapporti veri con donne che stanno vivendo, nello stesso periodo, l’esperienza dell’attesa. Al di là dei benefici, lo Yoga unisce non solo parti di noi ma anche noi e gli altri.

Da insegnante provo per le donne in attesa un affetto particolare e da mamma una naturale empatia e mi sento partecipe, felice della nascita di una nuova creatura.